10° ANNIVERSARIO della CONSACRAZIONE EPISCOPALE di Mons. Michele CASTORO

0 142

Biografia:

Michele Castoro è nato ad Altamura, diocesi di Altamura-Gravina-Acquaviva delle Fonti e provincia di Bari, il 14 gennaio 1952. Dopo le scuole medie ed il ginnasio frequentate nel Seminario arcivescovile di Bari, è stato inviato a Roma dove ha compiuto gli studi liceali nel Seminario Romano Minore. Passato al Seminario Romano Maggiore, ha seguito i corsi filosofici e teologici nella Pontificia Università Lateranense e nella Pontificia Università Gregoriana, dove ha conseguito la Licenza in Teologia Fondamentale. Nel 1986 ha ottenuto la Laurea in Storia e Filosofia presso l’Università degli Studi di Bari.

È stato ordinato sacerdote nella Cattedrale di Altamura il 6 agosto 1977, da Sua Ecc. Mons. Salvatore Isgrò per la diocesi di Altamura-Gravina-Acquaviva delle Fonti.

Durante gli anni vissuti in diocesi, ha svolto i seguenti incarichi: Segretario del Vescovo; Direttore spirituale del Seminario Minore diocesano; Collaboratore nella parrocchia della Cattedrale di Altamura; Insegnante di Religione nel Liceo classico statale e Assistente della F.U.C.I. Assunto al servizio della Santa Sede presso la Congregazione per i Vescovi nel 1985, ne è divenuto Capo Ufficio nel 1996. Ha svolto inoltre il servizio di Archivista e poi Sostituto della Segreteria del Collegio Cardinalizio.

Il 14 maggio 2005 Papa Benedetto XVI l’ha eletto vescovo di Oria; è stato consacrato il 25 giugno dello stesso anno dal cardinale Giovanni Battista Re, coconsacranti il vescovo Marcello Semeraro ed il vescovo Mario Paciello.

Il 15 luglio 2009 è stato promosso alla sede Arcivescovile di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo[1] e nominato direttore generale dell'”Associazione Internazionale dei Gruppi di Preghiera” di Padre Pio. Ha fatto ingresso nella nuova diocesi il 19 settembre 2009. Dal 1º gennaio 2010 è presidente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione “Casa Sollievo della Sofferenza”. È anche Segretario della Conferenza Episcopale Pugliese e membro della Commissione della Conferenza Episcopale Italiana per l’Ecumenismo e il dialogo interreligioso.

Il 24 settembre 2009 a San Giovanni Rotondo nella cripta inferiore del Santuario di Santa Maria delle Grazie ha chiuso l’ostensione straordinaria delle spoglie di San Pio da Pietrelcina iniziata il 24 aprile 2008 dopo la ricognizione del corpo del santo.

Ad agosto 2010 ha annunciato la creazione di una nuova parrocchia a Manfredonia dedicata a San Pio da Pietrelcina che verrà eretta nella zona sud-ovest della città.

Numerosi sono stati gli interventi di restauro grazie al suo impegno nel reperire i fondi e gli sponsor, tra i più importanti nel periodo 20102012 ricordiamo l’Icona della Madonna di Siponto patrona di Manfredonia, la statua lignea detta “la Sipontina” e la statua di San Lorenzo Maiorano, opere custodite nella Chiesa Cattedrale. Tra gli edifici riportati all’originaria bellezza ricordiamo la Basilica di Santa Maria Maggiore di Siponto.

Grazie al suo intervento nel febbraio 2012 l’ordine monastico de “I Ricostruttori” si sono stabiliti nell’Abbazia di San Leonardo in Lama Volara, attualmente in fase di restauro.

Agli inizi del mese di maggio 2013, con i Frati Minori cappuccini della provincia religiosa “Sant’Angelo e Padre Pio”, ha annunciato che dal 1º giugno dello stesso anno l’ostensione del corpo di San Pio da Pietrelcina sarà permanente: il corpo resterà nell’intercapedine del plinto centrale della chiesa inferiore del Santuario di San Pio da Pietrelcina a San Giovanni Rotondo custodito in un’urna di vetro.

Nell’arcidiocesi di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo ha pubblicato i seguenti documenti magisteriali: Andate anche voi a lavorare nella mia vigna, Lettera pastorale sul ruolo dei laici nella Chiesa e nel mondo (2010), Sacerdoti dell’uomo, sacerdoti della strada (2011), Pietre vive per la costruzione del tempio (2012), Prendete il largo e gettate le reti (2013), Non ci ardeva forse il cuore (2014).

Fonte: Wikipedia

Oggi alle 18, nella chiesa Santa Maria delle Grazie, concelebrazione eucaristica per il decennale della consacrazione episcopale di monsignor Michele Castoro, arcivescovo della diocesi di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo e presidente della Fondazione Casa Sollievo della Sofferenza

Potrebbe interessarti anche... Altro dello stesso autore

Fai un commento

La tua email non sarà pubblicata.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Rimani sempre aggiornato direttamente nella tua email!