22 Febbraio: Mercoledì delle Ceneri

0 139

Con il Mercoledì delle Ceneri inizia il tempo di Quaresima, tempo che prepara alla Pasqua. Ma biblicamente cosa ricorda questo tempo? Principalmente ricorda quattro avvenimenti: I quaranta giorni del Diluvio, i quaranta di peregrinazione del popolo Ebraico nel deserto, i quaranta giorni di cammino di Elia verso il Sinai, i quaranta giorni di preghiera penitenza e digiuno di Gesù Cristo nel Deserto. Il tempo di quaresima è anche il tempo cui ci permette di meditare sulle altre grandi figure della “Storia della Salvezza” cioè Adamo, Abramo, Mosè e Noè.

Storicamente questo periodo nasce nel VI e V secolo, il suo obbiettivo è quello della preparazione dei fedeli alla riconciliazione solenne con Nostro Signore, I temi della Quaresima sono essenzialmente due, quello battesimale e quello penitenziale . Esso ci invita ad una revisione della nostra vita cristiana, di tornare alle nostre origini dell’essere cristiani riscoprendo il valore del nostro santo battesimo, il valore della sequela di Dio. Altro elemento è tornare ai tre grandi pilastri della fede cristiana cioè la parola di Dio , la fede e la carità.

Tutto questo per presentarci il giorno di Pasqua con l’abito bianco rinnovati nell’amore in Cristo. Vediamo adesso nello specifico il Mercoledì delle Ceneri: le letture della celebrazione hanno come tema quello della conversione umana aiutata con preghiere e digiuni. San Paolo ci invita ad approfittare di questo tempo che riconcilia con Dio. Il Messaggio della celebrazione del Mercoledi delle Ceneri è questo : fare una penitenza seria che ci porti alla conversione della nostra vita cristiana nel nostro vissuto quotidiano.

Oltre alle celebrazioni delle domeniche di Quaresima, è consigliabile anche un maggiore accostamento alla liturgia delle ore (Lodi, ora media e Vespri) ma anche tutti i Venerdì partecipare al Pio Esercizio della Via Crucis che ripercorre il cammino di Gesù dal Getsemani alla vittoria finale che arriverà tramite la croce. Naturalmente siamo tenuti anche ad osservare l’astensione dalle carni! Uno dei salmi quaresimali più cantati in questo periodo è “il Signore è il mio pastore composto del cantore di Dio per eccellenza, Davide.

 

(fonte: sangiovannirotondonet.it)

Potrebbe interessarti anche... Altro dello stesso autore

Fai un commento

La tua email non sarà pubblicata.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Rimani sempre aggiornato direttamente nella tua email!