Peregrinatio Mariae – Vergine del Segno

0 117

Nella Peregrinatio Mariae che ogni anno noi ragazzi del Servizio Liturgico percorriamo, veneriamo l’icona della “Vergine del Segno”. E’ chiamata così perché si riferisce alla profezia di Isaia che dice: “Ecco Dio stesso vi darà un segno; la vergine concepirà e partorirà un figlio che sarà chiamato Emmanuele”. L’icona raffigura Maria in piedi in atteggiamento orante. I sui piedi poggiano su un tappeto verde per sottolineare la sua regalità. Porta nel suo grembo il Figlio benedicente. Maria è rivestita con un manto in porpora scura su una veste di colore blu. Sul manto sono evidenti le tre stelle che ricordano la perpetua verginità della Madre di Dio. Il volto dolce e mesto di Maria, così tipico delle icone bizantine, richiama alla mente quelle parole dette dal vecchio Simeone quando Gesù fu presentato al tempio: “E a te o donna una spada trafiggerà l’anima”. È Lei, Maria, il segno che Dio dona all’umanità perché porti al mondo la speranza e la salvezza. È Maria la Vergine del Segno, che concepisce e partorisce il Figlio atteso dalle genti che porterà la salvezza a tutti i popoli.

All’inizio del mese di maggio, insieme al padre assistente fr. Francesco Dileo, ci siamo riuniti in un momento di preghiera per cominciare la “Peregrinatio Mariae” presso Casa Maria Pyle (figlia spirituale di Padre Pio) ed abbiamo svolto il momento di fraternità con la bellissima icona della Vergine Maria. Finito il momento di preghiera l’icona della Madonna ha cominciato il suo pellegrinaggio. La prima famiglia ha accolto con amore l’arrivo della Vergine Santa. Al termine del mese di maggio, noi ragazzi del Servizio Liturgico, insieme alle nostre famiglie, ci raccoglieremo in preghiera presso Casa Maria Pyle per concludere la Peregrinatio. Ogni anno questo momento è simbolo di fraternità, di immensa gioia e di festa nel lodare la Vergine Maria tutti insieme.

Con lo sguardo rivolto al nostro amato Padre Pio, invochiamo Maria, la Madre di Cristo. Sia Lei sempre presente nella nostra vita e protegga sempre le nostre famiglie.

Francesco Melchionda

(Presidente del Servizio Liturgico “Francesco Buenza”)

Potrebbe interessarti anche... Altro dello stesso autore

Fai un commento

La tua email non sarà pubblicata.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Rimani sempre aggiornato direttamente nella tua email!