La preghiera del sorriso

0 159

Quante volte ci è capitato di riflettere sul significato di un sorriso? Abbiamo mai pensato al valore di questa espressione che dal viso si spalanca al mondo?

Sorridiamo quando siamo felici, quando comprendiamo con maturità il senso delle nostre esperienze; sorridiamo di fronte a una bella sorpresa, a uno spettacolo piacevole, sorridiamo quando qualcuno o qualcosa ci fa provare un’emozione lieta.

Sorridiamo nella preghiera? Il nostro sorriso è la preghiera di luce e speranza, che rivolgiamo al nostro vicino.

Ogni volta che, consapevoli o no, liberiamo un sorriso, apriamo le braccia all’altro e offriamo una possibilità d’amore.

Si può davvero pensare che la Parola di Cristo arriva a noi come il sorriso più grande.

Impariamo, allora, a riconoscere il sorriso. Chi riconosce un sorriso impara a procurarlo, a far partecipi gli altri di sé, non dimentica che solitudine e miseria esistono soltanto se impediamo al sorriso di nascere.

Il sorriso è la fonte più preziosa nella quotidianità cristiana: la vita in famiglia, il lavoro, la routine dei gesti e dei movimenti, possono diventare testimonianza d’amore se riusciamo a lasciarci attraversare da un sorriso, a lasciar vivere il sorriso.

La preghiera per il sorriso

O Maria, 

rendi il mio amore sorridente.
Fa in modo che il mio sorriso possa esprimere la piu’ pura bonta’.

Insegnami a dimenticare con un sorriso le mie preuccupazioni e le mie pene
per prestare attenzioni soltanto alla gioia degli altri.

Il mio volto sorridente renda i miei contatti con il prossimo piu’ caldi e cordiali
e piu’ ricchi di fraternita’.

Conservami il sorriso nelle ore dolorose perche’, anche in quei momenti,
io possa continuare a donarmi al prossimo.

Aiutami a custodire in fondo al cuore quella gioia di amare
che si manifesta attraverso il sorriso.

Insegnami, o Maria, a servire il signore con gioia,
sorridendo in qualunque momento della mia vita.

La gioia nello spirito (Papa Francesco)

«Noi cristiani non siamo tanto abituati a parlare di gioia, di allegria», «credo che tante volte ci piacciano più le lamentele». E invece «È proprio lo Spirito che ci guida: Lui è l’autore della gioia, il Creatore della gioia. E questa gioia nello Spirito, ci dà la vera libertà cristiana. Senza gioia, noi cristiani non possiamo diventare liberi, diventiamo schiavi delle nostre tristezze. Il grande Paolo VI diceva che non si può portare avanti il Vangelo con cristiani tristi, sfiduciati, scoraggiati. Non si può. Questo atteggiamento un po’ funebre, eh? Tante volte i cristiani hanno faccia di andare più ad un corteo funebre che di andare a lodare Dio, no? E da questa gioia viene la lode». 

Papa Francesco

Portare il sorriso dell’amicizia e della bontà (Beato Paolo VI)

Gli uomini oggi hanno un particolare bisogno di sorriso, di bontà, di amicizia. Le grandi conquiste tecniche e sociali, la diffusione del benessere e della mentalità permissiva e consumistica non hanno portato la felicità. Le divisioni in campo
politico, il pericolo e la realtà di nuove guerre, le continue sciagure, le malattie implacabili, la disoccupazione, il pericolo dell’inquinamento ecologico, l’odio e la violenza e i molteplici casi di disperazione, hanno creato purtroppo una situazione di continua tensione e di nevrosi. 

Portare il sorriso dell’amicizia e della bontà  a tutti e dovunque.

Paolo VI

Ogni bambino che nasce… (Benedetto XVI)

Ogni bambino che nasce
ci reca il sorriso di Dio. 

Benedetto XVI

Trova il tempo di ridere (Madre Teresa di Calcutta)

Trova il tempo di ridere
È la fonte del potere
È il più grande potere sulla Terra
È la musica dell’anima. 

Madre Tersa di Calcutta

A cura di Redazione Papaboys fonte: Parrochia Colombella

Potrebbe interessarti anche... Altro dello stesso autore

Fai un commento

La tua email non sarà pubblicata.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Rimani sempre aggiornato direttamente nella tua email!