Oggi Sport: Milan a Londra per volare ai quarti

0 122

Allegri ha gli uomini contati, Aquilani parte in panchina Galliani: “ Giochiamo senza pensare al 4-0 dell’andata “

MILANO – La trasferta londinese del Milan non deve trasformarsi in una passeggiata. I rossoneri martedì sera affrontano l’Arsenal nel ritorno degli ottavi di finale di Champions League, partendo dal 4-0 dell’andata. Quattro reti che non devono, però, trasformarsi in un calo di concentrazione, predica Adriano Galliani, forse ricordando il risultato dei quarti di finale 2004 (vittoria per 4-1 in casa sul Deportivo la Coruna, sconfitta per 4-0 in trasferta).

CONCENTRAZIONE E DECISIONE – «Sarà una partita difficile contro una squadra temibilissima – evidenzia l’amministratore delegato – noi abbiamo un bello scudo ma chi ama il Milan da tanti anni sa che abbiamo sofferto anche quando avevamo vantaggi importanti, quindi bisogna andare in campo concentrati e decisi, giocare senza pensare al 4-0 dell’andata». Sulla stessa linea di pensiero è anche Massimiliano Allegri, che evidenzia: «Più che l’Arsenal, non dovremo sottovalutare la partita in generale. Abbiamo una grande possibilità di approdare ai quarti e dobbiamo fare il possibile per raggiungerli. Dopo vedremo cosa siamo in grado di fare».

Il Pallone d’oro… – Anche all’Emirates Stadium l’attacco sarà guidato da Zlatan Ibrahimovic, l’uomo che sabato sera a Palermo ha firmato una indiscutibile tripletta facendo gridare al Pallone d’oro. Sia per l’allenatore che per Galliani il leit motiv è lo stesso: «Glielo auguro, ma credo che dipenda molto dai risultati che riusciremo a fare quest’anno», sottolinea Allegri. «Dipende dal Milan, non solo da Ibrahimovic – ha spiegato l’amministratore prima di imbarcarsi con la squadra – Lo scudetto non basta, il Pallone d’oro di solito va a chi vince una Champions o un mondiale. A me piacerebbe molto che Ibra ci riuscisse».

SITUAZIONE INFORTUNI – A Londra non ci sarà Pato, vittima del solito acciacco muscolare («Chi è fuori adesso deve pensare a guarire», chiosa Galliani). Mancheranno anche Kevin Prince Boateng (dovrebbe rientrare tra 15 giorni), Alessandro Nesta, Gennaro Gattuso, Mathieu Flamini (che ha appena ripreso confidenza con il campo giocando in primavera) e Maxi Lopez, con Massimo Ambrosini squalificato. Questo per tacere, naturalmente, del grande assente Antonio Cassano che prima di tornare a lavorare con il gruppo del Milan dovrà avere l’autorizzazione dei medici dopo l’intervento al cuore dello scorso novembre. Allegri, avendo gli uomini contati, per quanto riguarda il centrocampo commenta: «Emanuelson (acciaccato sabato, ndr) sta abbastanza bene mentre Antonini lo valuteremo durante la rifinitura. Aquilani è disponibile per la panchina e sarà utile a gara in corso».

 

(fonte: corriere.it)

Potrebbe interessarti anche... Altro dello stesso autore

Fai un commento

La tua email non sarà pubblicata.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Rimani sempre aggiornato direttamente nella tua email!