Papa Francesco: “Cristo è la vera luce! Abbandonare quelle false”

Nell'Angelus il Santo Padre commenta il vangelo odierno e ringrazia i fedeli di Milano per l'accoglienza ricevuta

0 178

Dopo l’intensa giornata milanese, Il Santo Padre torna a parlare nel consueto appuntamento dell’Angelus domenicale in Piazza San Pietro. Il Pontefice ha  commentato il brano evangelico di questa domenica sottolineando come Gesù ci chiami ad essere “figli della luce”.

Cristo, luce del mondo

Il vangelo di questa domenica ha come protagonista il cieco nato guarito dal Cristo nella piscina di Siloe. «Il cieco dalla nascita rappresenta ognuno di noi, che siamo stati creati per conoscere Dio, ma a causa del peccato siamo come ciechi, abbiamo bisogno di una luce nuova». Secondo Papa Francesco la nostra cecità si manifesta «quando non ci accorgiamo che Gesù è la luce, è “la luce del mondo”, quando guardiamo altrove, quando preferiamo affidarci a piccole luci, quando brancoliamo nel buio». Essere “figli della luce” «esige un cambiamento radicale di mentalità, una capacità di giudicare uomini e cose secondo un’altra scala di valori, che viene da Dio». E’ necessario, però, abbandonare quelle luci false come quelle del pregiudizio verso gli altri e dell’interesse personale.

“A Milan si riceve col coeur in man!”

Al termine dell’Angelus, Papa Francesco ha anche ricordato i santi José álvarez-Benavides y de la Torre e centoquattordici compagni martiri proclamati beati ad Almerìa in Spagna proprio ieri. Il Pontefice ha, infine ringraziato l’Arcivescovo e tutti i fedeli di Milano per la calorosa accoglienza nella visita di sabato: «Veramente mi sono sentito a casa, e questo con tutti, credenti e non credenti. Vi ringrazio tanto, cari milanesi, e vi dirò una cosa: ho constatato che è vero quello si dice: “A Milan si riceve col coeur in man!”».

Potrebbe interessarti anche... Altro dello stesso autore

Fai un commento

La tua email non sarà pubblicata.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Rimani sempre aggiornato direttamente nella tua email!