Raccolte in un volume le omelie pronunciate a Santa Marta da papa Francesco

0 353

Il “lavoro in più”. Da quando ha aperto le porte della cappella di Santa Marta e il mondo ha preso a entrarvi per ascoltare le sue parole, quattro mattine a settimana, Papa Francesco non ha solo destato un’attesa, spasmodica in certi casi, e introdotto un’abitudine senza confini geografici, e neanche solo religiosi, ma ha contribuito a scardinare nel suo piccolo anche la routine professionale più radicata della “sua” Radio, inventando uno spazio nuovo e straordinario. Dal quel 25 marzo 2013, quando l’appuntamento della Messa mattutina di Papa Francesco ha cominciato a delinearsi come tale – cioè nella modalità di resoconto pubblico delle sue omelie pronunciate spontaneamente nel contesto “familiare” della cappella Santa Marta in Vaticano – il lavoro giornalistico della Radio Vaticana è andato subito modellandosi attorno alla novità. Già nei primissimi giorni ha preso forma la “filiera” di competenze tecnico-redazionali necessarie a produrre rapidamente una sintesi scritta e radiofonica – e anche televisiva – dell’omelia del giorno, che in brevissimo tempo è diventato un “marchio” magisteriale del nuovo Papa.

Nasce così quel “lavoro in più” ma “assai benvenuto” come lo definisce padre Federico Lombardi nella prefazione del libro “La verità è un incontro. Omelie da Santa Marta”, edito dalla Casa editrice Rizzoli, nel quale rivivono le parole di Papa Francesco – così come la Radio Vaticana le ha pubblicate sul suo sito – e rivive anche la sua voce, con le sue sottolineature, le sue pause, l’incisività del suo insegnamento di fede, il formidabile impatto del suo stile espressivo, grazie al cd audio che sarà in allegato all’edizione in libreria dal 7 maggio prossimo, quattro giorni prima della presentazione del volume, in programma al Salone del Libro di Torino. Le omelie del mattino di Papa Francesco, scrive padre Lombardi nella prefazione – sono quelle “di un figlio di Sant’Ignazio abituato ad ‘aiutare le anime’ a ‘cercare e trovare la volontà di Dio’ ogni giorno, guardando e seguendo Gesù che porta la Croce per salvarci, sotto lo sguardo di amore del Padre”.

La Radio Vaticana segue, e continuerà a farlo, questo viaggio spirituale del Papa – dal microfono azionato all’alba, alle “orecchie attente, intelligenze esperte, dita veloci” delle segretarie di redazione che ne trascrivono fedelmente le parole, al confronto serrato tra il direttore e il giornalista incaricato della sintesi – con, assicura padre Lombardi, “impegno e gioia” in ogni membro della squadra. Perché da 83 anni – da Guglielmo Marconi a Santa Marta – oltre le modalità che cambiano resta la missione di fondo, che il bel volume della Rizzoli porta alla luce con accuratezza ed eleganza: il “servizio” di “diffondere la parola del Papa”. Perché, conclude padre Lombardi, “con l’aiuto del Papa, possiamo incontrare Gesù”.

fonte: news.va

Potrebbe interessarti anche... Altro dello stesso autore

Fai un commento

La tua email non sarà pubblicata.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Rimani sempre aggiornato direttamente nella tua email!