Riconciliare scienza e fede

0 128
Un convegno a Roma ha presentato i positivi esiti di un ciclo di conferenze per insegnanti tenuto durante lo scorso anno scolastico a Padova sul rapporto tra scienza e teologia.
 

Il rapporto tra scienza e fede rappresenta uno dei punti di rottura di quell’unità tra città dell’uomo e città di Dio che, pur tra tante contraddizioni, aveva caratterizzato il Medioevo e che l’avvento della modernità ha causato. Tante sono state in questi ultimi anni, a partire dalle manifestazioni per l’Anno Galileiano (2009), le iniziative pubbliche che si sono riproposte di tessere un filo tra la teologia – intesa come “scienza della fede” – e la scienza sperimentale. Un altro evento degno di nota – dal titolo Il dialogo tra teologia e scienza nella scuola d’oggi – è stato organizzato venerdì 20 gennaio, a Roma (Palazzo Marini, Via del Pozzetto 158, a partire dalle ore 10) dalla Facoltà teologica del Triveneto e dal Dipartimento di astronomia dell’Università di Padova.

La proposta nasce dalla positiva esperienza dell’anno scorso che ha visto molti insegnanti di ogni ordine e grado della regione Veneto partecipare a un ciclo di conferenze intese come aggiornamento. «L’iniziativa  ha saputo rispondere a un’esigenza di chiarezza e di apertura al dialogo da parte di studenti e insegnanti», ha commentato Andrea Toniolo, preside della Facoltà teologica, «e ha spinto la Facoltà e l’Università a presentarne gli esiti in un convegno che sarà anche l’occasione per un confronto con percorsi formativi simili o complementari e per esplorare la possibilità di creare una rete sinergica a livello nazionale». L’esperienza vissuta in Veneto conoscerà a breve, peraltro, un ulteriore sviluppo con un nuovo ciclo di conferenze dal titolo Luci nel firmamento del cielo, con a tema le fasi iniziali dell’evoluzione dell’universo fino all’emergere di strutture complesse e la riflessione teologica sull’azione divina nel cosmo sia nella tradizione cristiana che nelle religioni orientali (con incontri a Padova nei giovedì 16 e 23 febbraio, 1 e 8 marzo 2012).

La tavola rotonda ha avuto lo scopo di presentare e analizzare l’esperienza acquisita a Padova per promuoverne l’estensione ad altre realtà locali e vedrà l’intervento di diversi esponenti delle Facoltà teologiche e Istituti superiori di scienze religiose, Istituti di ricerca di astrofisica e fisica potenzialmente interessati al tema nonché di rappresentanti dell’insegnamento della religione e delle scienze nelle scuole.

 

Stefano Stimamiglio

(fonte famigliacristiana.it)

Potrebbe interessarti anche... Altro dello stesso autore

Fai un commento

La tua email non sarà pubblicata.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Rimani sempre aggiornato direttamente nella tua email!