XXXIV Domenica del Tempo Ordinario – Nostro Signore Gesù Cristo Re dell’Universo

0 111

Letture del Giorno:

Dn 7,13-14;

Sal 92;

Ap 1,5-8;

Gv 18,33b-37;

Se ponessimo su una linea uno dopo l’altro Noè, Abramo, Isacco, Giacobbe, Giuseppe, Mosè, Giosuè, Samuele, Davide, Osea, Amos, Isaia, Geremia, Ezechiele, Daniele, tutti gli altri profeti e giusti dell’Antico Testamento, e su un’altra linea difronte il solo Cristo Gesù, la luce divina di Lui renderebbe nulla la luce profusa da tutti gli altri fatta convergere in un solo fascio. Quella di Gesù è luce purissima, perfetta, piena, completa. Ad essa nulla si deve aggiungere, nulla togliere. Di tutte le luci che vengono dall’Antico Testamento, quella che segue aggiorna sempre quella che precede e la completa. Gesù invece non solo aggiorna e completa, rende perfetta ogni altra luce. Senza la sua luce, tutte le altre sono insufficienti, imperfette, inesatte.

Gesù viene per dare testimonianza alla verità: verità di Dio, verità dell’uomo, verità del presente, verità del passato, verità del futuro, verità del tempo, prima del tempo, dopo il tempo, verità creata e verità increata, verità del peccato e verità della grazia, verità della luce e verità delle tenebre, della giustizia e dell’ingiustizia, della vera adorazione e dell’idolatria, verità dell’uomo e della donna, della malattia e della gioia, della sofferenza, della croce, di ogni realtà esistente, verità della vita e della morte, verità della politica, dell’economia, delle finanze, del lavoro, della guerra e della pace, del successo e dell’insuccesso, del progresso e del regresso, della religione e della fede, del culto e di ogni altra relazione che intercorre tra Dio e l’uomo, tra l’uomo e le cose, tra l’uomo e l’uomo, tra l’uomo e il tempo, verità dell’anima e del corpo.

Se esaminiamo la nostra società, il nostro tempo, dobbiamo attestare che agli uomini contemporanei mancano tutte queste verità. Noi abbiamo scelto di non avere più Cristo, ci siamo privati della verità di Cristo. Poiché la sua verità non è un’aggiunta alla nostra vita, ma è la stessa nostra antropologia, viviamo senza alcuna vera conoscenza di noi stessi. Lavoriamo da falsi uomini per creare false cose, per vivere falsi principi, per realizzare falsi progetti di umanità. Senza Cristo si lavora per l’inferno, la dannazione, l’intrigo, l’imbroglio, il furto, il dolo, l’inganno, la menzogna, la falsità, la rovina della società e della stessa natura. Senza la verità di Cristo si costruisce il futuro della Torre di Babele, della città di Sodoma e Gomorra, si edifica una civiltà di inferno e di morte. Mai si potrà costruire una società di pace e di vera vita. Manca il fondamento della pace che è la verità di Cristo Signore. Cristo e solo Lui è la nostra verità.

Pilato allora rientrò nel pretorio, fece chiamare Gesù e gli disse: «Sei tu il re dei Giudei?». Gesù rispose: «Dici questo da te, oppure altri ti hanno parlato di me?». Pilato disse: «Sono forse io Giudeo? La tua gente e i capi dei sacerdoti ti hanno consegnato a me. Che cosa hai fatto?». Rispose Gesù: «Il mio regno non è di questo mondo; se il mio regno fosse di questo mondo, i miei servitori avrebbero combattuto perché non fossi consegnato ai Giudei; ma il mio regno non è di quaggiù». Allora Pilato gli disse: «Dunque tu sei re?». Rispose Gesù: «Tu lo dici: io sono re. Per questo io sono nato e per questo sono venuto nel mondo: per dare testimonianza alla verità. Chiunque è dalla verità, ascolta la mia voce».

Cristiano, in Cristo sei divenuto sua verità, sua luce. Se tu non dài verità all’universo visibile e invisibile, alla morte e alla vita, alle cose e alle persone, il mondo sarà sempre nelle tenebre. Camminerà nella falsità e nell’inganno della menzogna. Per te la luce illuminerà e per te si oscurerà. Se tu divieni tenebra con le tenebre, non  vi sarà salvezza sulla terra. La vita è verità. La verità è vita. Datore di vita e di verità Cristo Signore ha costituito te. Grande è la tua missione. Non puoi venire meno. Non puoi ritirarti. Non puoi nasconderti. Neanche potrai trovare scuse. Sei tu la luce del mondo, il sale della terra, la giustizia dell’universo, la verità nella creazione di Dio. Sei tu che devi dare verità al presente e al futuro, al tempo e all’eternità, alla scienza, alla tecnica, al lavoro, alla stessa tua religione. È grande il tuo mistero, cristiano. Il mondo riceve vita da te. O gli darai ogni vita o esso precipiterà in ogni morte. Dio è luce attraverso te, solo attraverso te. Non conosce altre luci, perché non vi è un altro Cristo.

Vergine Maria, Madre della Redenzione, Angeli, Santi, fateci vera luce in Cristo Gesù.

Fonte: Movimento Apostolico

Potrebbe interessarti anche... Altro dello stesso autore

Fai un commento

La tua email non sarà pubblicata.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Rimani sempre aggiornato direttamente nella tua email!